venerdì 29 agosto 2014

GUIDA TECNICA AL GODIMENTO SESSUALE




Il Kāma Sūtra (sanscrito कामसूत्र) è un antico testo indiano sul comportamento sessuale umano, ampiamente considerato come l'opera più importante nella letteratura sanscrita sull'amore.
Il libro è stato scritto da Vatsyayana ed il suo titolo completo è Vātsyāyana Kāma Sūtra ("Aforismi sull'amore, di Vatsyayana"). Si crede che l'autore sia vissuto in un'epoca fra il I ed il VI secolo.
Nella cultura classica hindu, l’essere umano ha il preciso obiettivo di perseguire una armonica realizzazione di sé, senza trascurare alcun aspetto della vita terrena. 
È quindi prescritto che ricerchi tre obiettivi:

  1.         Artha; il Benessere, sia fisico che economico;  
  2.         Kama; il Desiderio, il piacere e la sua fruizione; 
  3.         Dharma: il senso etico che ricerca un equilibrio tra artha e kama.







Il Kama Sutra conta di 36 capitoli, organizzati in sette libri e 64 parti, ognuna delle quali scritta da un esperto nel rispettivo campo.
Il Kama Sutra contiene un totale di 64 posizioni sessuali anche rappresentate. 
Hanno diversi nomi, come ad esempio quelli degli animali o delle azione degli animali. 
Vatsyayana credeva che ci fossero otto modi di fare l'amore, moltiplicati per otto posizioni per ognuno. 
Nel libro queste sono note come le 64 Arti. 
Il capitolo che elenca le posizioni è il più famoso e per questo è spesso scambiato per l'intera opera.
Tuttavia, solo circa il 20 per cento del libro è dedicato alle posizioni sessuali. Il resto è una guida su come essere un buon cittadino e parla delle relazioni fra uomini e donne. 
Il Kama Sutra descrive il fare l'amore come un'unione divina. Vatsyayana credeva che il sesso in sé non fosse sbagliato, a meno che non lo si facesse frivolmente. 
Il Kama Sutra ha aiutato le persone a godere dell'arte del sesso in maniera più profonda e può essere considerato una guida tecnica al godimento sessuale, oltre a provvedere ad una descrizione dei costumi e delle pratiche sessuali dell'India di quei tempi.
Il Kama (in sanscrito piacere o benessere) non è infatti percepito come un peccato, ma è uno dei quattro scopi della vita (purushartha).








64 Kamasutra Artwork è un progetto di 136 pagine a colori, dove ogni autore, in piena libertà creativa, illustra una delle 64 posizioni del Kamasutra per offrire al pubblico una visione  originale dei giochi d’amore. Il progetto editoriale resta fermamente ancorato ad un’ispirazione genuina animata da intenti artistici. Pur non cedendo alla pornografia, la lettura resta comunque consigliata ad un pubblico adulto.
Il volume, è stato pubblicato nel gennaio 2014 dall’associazione culturale SQUAME, è stato finanziato con una campagna di crowfounding su Ulule. 
Tra le 64 illustrazioni, ho selezionato quella del grande Ale Giorgini con la sua posizione del Granchio.



 

La posizione del granchio - Ale Giorgini





Ogni donna ha il diritto di scoprire insieme al proprio compagno quelle posizioni che consentono  di stimolare il proprio Punto G, non credete a chi asserisce che il punto G non esiste, sono uomini pigri ed egoisti e cercatevelo da sole se questi impediti non vi aiutano a trovarlo e poi mettetegli un post it una volta individuato perchè loro sono così, non si ricordano.... 
Il modo migliore per farlo é senza dubbio sperimentare sempre nuove posizioni del sesso. 
Per questo ho deciso di suggerirvi alcune posizioni del Kamasutra pensate proprio per trovare e stimolare il punto G. 
Per favorire l’orgasmo femminile bisognerebbe privilegiare tutte le posizioni dell'amore in cui la donna può muovere liberamente il bacino, così da trovare il migliore angolo di penetrazione per eccitare il Punto G; l’uomo a sua volta deve avere la possibilità di penetrare la donna in profondità.
Fra le migliori posizioni per stimolare il Punto G ci sono quelle in cui l’uomo penetra la donna da dietro, perchè in questo modo il pene raggiunge facilmente la parte anteriore della vagina dove infatti si trova il Punto G.
Ci sono numerosissime posizioni del Kamasutra che consentono questo tipo di penetrazione, eccone alcuni esempi, a voi la scelta! :
  • la posizione del granchio in cui la donna é sdraiata di spalle sopra l’uomo; appoggiandosi sulle proprie gambe la donna può controllare la profondità ed il ritmo della penetrazione ma anche la direzione del pene in vagina, inoltre ha le mani libere per stimolare il clitoride;
  • la posizione dell’ape in cui l’uomo é seduto e la donna é a cavalcioni su di lui dandogli le spalle; anche in questo caso la donna controlla il movimento, stimola il Punto G e gode di una penetrazione profonda;
  • la posizione del lupo in cui la donna é in piedi dando le spalle all’uomo che la penetra da dietro e puà contemporaneamente massaggiarle i seni e stimolarle il clitoride. Alcune varianti prevedono che la donna sia a gattoni o inginocchiata;
  •  Ci sono comunque anche le posizioni del Kamasutra in cui la donna sta sopra all’uomo e sono ottime strategie per stimolare il Punto G. In queste posizioni infatti la donna può muoversi liberamente in base alle proprie sensazioni di piacere e l’uomo, premendo sulla pancia della donna, sopra l’osso pubico, riesce a stimolare il Punto G anche dall’esterno.











 Lana Sutra 

L’emozione del colore, il calore della lana, l’abbraccio che riscalda, la passione che unisce, l’arte che racconta il suo tempo: il progetto Lana Sutra, una serie di 15 installazioni concepite come inno all’amore e al desiderio di uguaglianza e condivisione.
Lana Sutra prende origine da una riflessione di Erik Ravelo sul significato di Kamasutra (kama, piacere; sutra, filo che unisce). Ciascuna di loro è formata da una coppia di calchi in gesso: un uomo e una donna abbracciati e avvolti da fili di lana di colori diversi, scelti tra i toni della nuova collezione United Colors of Benetton. Il progetto è stato presentato da Benetton ai media internazionali e alla fashion community il 6 settembre 2011 in tre città simultaneamente – Istanbul, Milano e Monaco di Baviera, e in streaming sul web.





Ringrazio la redazione di FUMETTOLOGICA, Stefania Nebularina alias PIMPI per il supporto informativo e Ale Giorgini per la concessione della sua illustrazione.  





2 commenti:

  1. alla base, credo, ci dovrebbe essere sempre la voglia di voler conoscere, altrimenti nemmeno indiana jones potrebbe trovarlo il punto G.
    e a proposito di posizioni... mira questa http://youtu.be/6IwJyZ3zQBc
    tra l'altro, consiglio fortemente Samsara, uno dei più bei film di formazione degli ultimi anni.

    RispondiElimina
  2. E' sempre un piacere leggere i tuoi commenti Daemon, Samsara è un bellissimo film che rappresenta perfettamente il concetto della ricerca del piacere.

    RispondiElimina