giovedì 10 luglio 2014

TI SUCCHIERO' L'ANIMA

Fare un pompino è una passione, farlo bene è un arte.

Quindi se non ne avete voglia o se il solo pensiero di metterlo in bocca vi fa venire i conati di vomito, lasciate perdere, non c'è cosa peggiore di vedere una faccia disgustata o da maddalena pentita che succhia un cazzo e lo dico da donna.





L'essenza del pompino è la voglia che la donna ha di farlo.

Tutto parte dal bacio che si aggancia allo sguardo che scende per poi prendere in mano la situazione e mentre con il pollice stimoli il perineo che è quella zona che sta tra l'ano ed i testicoli, mentre con l'indice ed il medio scapelli il glande (se non è circonciso)  affondi le labbra in una danza di piccole e dolci pressioni che variano man mano che scendi con la bocca.  
Molto importande è la dose di saliva che aiuta a lubrificare e rendere piacevole il passaggio della mano che ti aiuterà a prendere fiato e la lingua che si farà curiosa a ispezionare ogni venuzza ed ogni opertugio che incontrerai nel tuo cammino. Non trascurare la parte interna e soprattutto soffermati sul glande che è la parte più sensibile. Quando scenderai sulle palle fai attenzione che la maggior parte degli uomini salta come un grillo, ma se le saprai massaggiare o leccare delicatamente gradiranno assai e tu ti potrai divertire a passarti una palla e poi l'altra ingoiandole piano.
Se ad un certo punto le vedrai salire su, tranquilla, non hai rotto niente, poi scendono.
Altri piccoli trucchi sono i risucchi, si viene a creare un vuoto d'aria tra la vostra bocca e il tessuto cutaneo del pene che faranno vibrare i sensi del vostro oggetto in questione.
La cosa più eccitante comunque è che tra una leccata e un risucchio alzate lo sguardo verso gli occhi del vostro lui e gli fate capire quanto vi piace il suo cazzo, ma senza dirlo che avete la bocca impegnata.
Lui capirà.


la presa del tridente



LO SCRUB POMPINO

Una ricetta veloce che renderà il pisello del vostro Lui liscio e carezzevole, è leccarglielo con la marmellata di mirtilli, le microsfere del mirtillo daranno al vostro lui una piacevole ed eccitante sensazione e la vostra lingua si divertirà a raccogliere ogni semino sparso tra il glande e il perineo.
E' importante leccare bene e raccogliere ogni traccia di marmellata così alla fine non sarà più appiccicoso ma liscissimo da accarezzare.




Seguirà qui sotto un intervista che per ovvie ragioni terrò l'anonimato di lui, ma che ho trovato molto educativa sia per le donne che per i maschietti.

-S- Tu che sei una rockstar non avrai sicuramente problemi a farti fare un pompino immagino.
-R- Io sono un gourmet del pompino
-S- Cioè?
-R- cioè me ne intendo e sono esigente, come al ristorante, non mangio tanto per mangiare.
-S- E le trovi preparate?
-R- No per nulla.Le brave sono poche e tutte unite da un unico denominatore: "Mate par l'oseo" a prescindere da chi ci sta attaccato.
-S- hahahahahahahahahahahaaha
-R- Si tratta di adorazione capisci?
-S- Capisco, capisco....
-R-Le adoratrici del cazzo hanno una marcia in più delle altre femmine, non è vero che a tutte piace il cazzo! Bugia! Minchiata! Piace a tante ma poche lo adorano.
-S- Ma secondo te quelle alle quali apparentemente non sembra piacere, possono essere redente?
-R- Noooooooooooooooo. E' 'na roba scritta nel DNA, come per gli artisti o lo sei o non lo sei. Rari casi in cui un adoratrice del cazzo non sapeva di esserlo, vuoi perchè è stata castrata emotivamente durante l'infanzia/adolescenza, però si, ci sono casi in cui la femmina è inconsapevole del proprio talento.
Sai 'na roba?
-S- Dimmi.
-R- Il maschio ha responsabilità enormi a riguardo, ci sono maschi involuti sessualmente, insicuri e pieni di paranoie. Se una donna lo succhia bene pensano sia troia. Ci sono uomini inutili sessualmente parlando.
-S- Da cosa capisci che una donna gli piace il cazzo?
-R- Lo intuisco parlandoci, solitamente alle adoratrici del cazzo piace bere e mangiare, poi l'esame finale è nel momento in cui lo prendono in mano.
-S- Ok, ora parliamo dell'ingoio.
-R- L'ingoio è un argomento per nulla banale, cioè, se una donna te lo succhia e ingoia immediatamente, ...... beh....fico, si ma non perfetto.
Lo sperma è l'essenza più intima del maschio, un regalo. Ecco deve essere considerato "regalo" al termine del sesso.
-S- E' vero! un dono, l'essenza della vita come elisir di bellezza.
-R- Quindi l'adoratrice del cazzo non ingoia subito o per lo meno non tutto, lo lascia colare dalla bocca, succhia, sbava, se lo gode insomma.Lo fa vedere anche al maschio e che minchia! Voglio vedere anch'io.
-S- Giusto! Ma sai cosa non capisco?
-R- Dimmi
-S- Molti uomini dopo che glielo hai succhiato per bene, non vuole baciarti, vedi che mentre tu cerchi le sue labbra, loro ti schivano.
-R- PAPPEMOLLI! SEGAIOLI!
-S- E non capisco come mai non gli venga voglia di assaggiarlo, in fondo è una  produzione del loro piacere.
-R- Cioè, assaggiarsi lo sperma? Ovvio! Se non lo fai sei un ebete!
-S- Si! uno sfigato.

IL SESSO E' UN DONO, NON UN SACRIFICIO





Un grazie speciale va all'amico Massimo Giacon che mi ha permesso di inserire i suo personalissimi disegni, perfetti per l'argomento in questione.
Grazie a tutti quelli e quelle che si sono prestati alle mie interviste, rispondendo con impegno e serietà.












i

6 commenti:

  1. Hahahahahahha! Tranquille non avete rotto nulla! Sei unica!

    RispondiElimina
  2. PAPPEMOLLI! SEGAIOLI!
    ahahhahahahahahha

    RispondiElimina
  3. leggendo la prima parte...si sa....è maleducazione parlare a bocca piena

    RispondiElimina
  4. Pretendo la parità di diritti: un articolo sull'arte del cunnilinguus ;) :) (che già dal nome dimostra un certo distacco culturale...)

    RispondiElimina
  5. quoto kimi. una lectio brevis su come si lecca la patata !!
    love your blog <3

    RispondiElimina
  6. Non sono una rock star ma se fai un post sul cunnilingus mi propongo per un'intervista ^^

    RispondiElimina