venerdì 25 luglio 2014

L'ORIFIZIO ILLECITO

Art by Milo Manara



Sto constatando con stupore che molte persone  non sanno cosa voglia dire il termine sodomizzare, ecco forse rapporto anale vi è più familiare, ma quello che più mi sorprende è come l'uomo freme per mettertelo "in culo" (scusate il francesismo) ma poi appena tu ti avvicini nella sua zona X con un semplice ed innocquo ditino, lui stringe le chiappe a tenaglia che non passa nemmeno un filo d'aria. Sappiate che vi dedicherò un intero post amici dalle chiappe strette e dopo aver letto i benefici del massaggio prostatico (soprattutto dopo i 40 anni) non potrete più farne a meno.

Ma ora torniamo a noi ed all'argomento della settimana:

Il termine sodomia è di origine religiosa e deriva dal nome dell'antica città di Sodoma che secondo la Bibbia venne distrutta da Dio a seguito delle azioni riprovevoli commesse dai suoi abitanti (vedi Sodoma e Gomorra), i quali giunsero a tentare di stuprare due angeli.

Usato molto comunemente per descrivere l'atto specifico del coito anale, il termine "sodomia" può anche includere atti sessuali senza coito, come il sesso orale. In alcune culture pre-moderne vigevano leggi che proibivano questi atti sessuali. 
Le cosiddette "leggi sulla Sodomia" in molti paesi criminalizzavano non solo questi comportamenti, ma anche altre attività sessuali disapprovate, fino ad includere anche la masturbazione e la zooerastia (che vuol dire fare sesso con gli animali).

Divieto di sodomia negli Stati Uniti

In vari codici penali dell'unione il termine col tempo è stato generalmente sostituito dalla frase "rapporto sessuale deviante", descritto come una qualsiasi forma di rapporto sessuale penetrativo o cunnilingus tra persone non legalmente sposate. 
Queste leggi sono state via via contestate, fino ad esser completamente abrogate agli inizi degli anni 2000. Negli anni cinquantaogni stato aveva una legge per criminalizzare la sodomia. 
Nel 2003 10 stati avevano ancora leggi che la proibivano in ogni forma con la reclusione da 1 a 15 anni. In aggiunta, quattro altri stati avevano leggi che specificavano il divieto di sodomia tra persone dello stesso sesso. 
Il 26 giugno dello stesso anno la Corte Suprema  degli Stati Uniti con la sentenza Lawrence v. Texas, determinò l'abrogazione di queste leggi dichiarandole un'incostituzionale violazione della privacy.


Alcune citazioni letterarie sulla sodomizzazione:

Secondo Tommaso d'Aquino esso è il peccatum contra naturam per eccellenza.

Altro termine, più arcaico questa volta essendo di origine latina è pedicare con lo stesso significato, Catullo nel suo carme osceno numero 16 afferma senza tanti giri di parole: pedicabo ego vos et irrumabo (ve lo metterò nel didietro e poi in bocca)
 
Durante il Rinascimento il poeta Pietro Aretino ha fortemente sostenuto la delizia di tale pratica nei suoi Sonetti lussuriosi e per l'argomento in questione vi ho scelto questo:

Mettimi un dito in cul, caro vecchione,
e spinge il cazzo dentro a poco a poco;
alza ben questa gamba a far buon gioco,
poi mena senza far reputazione.

Che, per mia fé! quest’è il miglior boccone5
che mangiar il pan unto appresso al foco;
e s’in potta ti spiace, muta luoco,
ch’uomo non è chi non è buggiarone.

- In potta io v’el farò per questa fiata,
in cul quest’altra, e in potta e in culo il cazzo10
mi farà lieto, e voi farà beata.

E chi vuol esser gran maestro è pazzo
ch’è proprio un uccel perde giornata,
chi d’altro che di fotter ha sollazzo.

E crepi in un palazzo,15
ser cortigiano, e spetti ch’il tal muoja:
ch’io per me spero sol trarmi la foja.


sesso anale, dipinto erotico di Paul Avril

Come fare sesso anale per la prima volta o se ci volete riprovare per farlo meglio che la prima era andata male:

Ingredienti: 2 corpi con un attrazione sessuale reciproca 
                    Tanta pazienza 
                    Tanta lentezza
                    Tanta delicatezza
                    Tanta saliva o tanto lubrificante

Istruzioni per l'uso: Fondamentale rilassarsi, lubrificare bene la parte, farsi accarezzare delicatamente lo sfintere anale fino al momento in cui non ci si sente pronti per farsi inserire prima solo un dito, poi due. Successivamente si può provare con un dildo ma solitamente se entrano due dita vuol dire che l’ano è pronto ad “accogliere” il pene. A questo punto se il lubrificante non è abbastanza, si consiglia di aggiungerne altro prima della penetrazione anale. Il partner deve assicurarsi di non spingere durante la penetrazione ma deve procedere con leggere pressioni alternando l’entrata graduale all’uscita. La comunicazione in questa fase è molto importante: comunicate al vostro partner ogni vostra minima sensazione, dolore o fastidio. La lentezza in questo caso aumenta l’eccitazione ma tenete duro, non abbiate fretta di concludere la penetrazione anale, potreste fare male al vostro partner per la troppa foga. Come fare sesso anale? Parola d’ordine: lubrificare. Lo sfintere anale è più stretto della vagina e meno elastico, inoltre non si lubrifica naturalmente: questo vuol dire che per permettere una penetrazione anale piacevole e non dolorosa è necessaria un’ottima lubrificazione. Sono molti i lubrificanti in commercio a base di acqua e silicone ma, per chi fosse allergico al silicone, si possono trovare lubrificanti naturali o spray rilassanti anali che sfruttano l’effetto lenitivo di piante ed erbe e aiutano a mantenere la lubrificazione desiderata.
Vi prego di non fare come una coppia di miei amici che in mancanza di un lubrificante hanno usato il balsamo per i capelli, piuttosto tanta saliva.


Posizioni per sesso anale nelle coppie eterosessuali: 

Non esistono delle posizioni che si addicano a tutti o consigliate in senso generale in quanto dipendono dalle preferenze individuali e di coppia ma tra quelle meno dolorose e che permettono più piacere durante la penetrazione anale si possono elencare:  
  • Quella del missionario, con un cuscino sotto i fianchi, le gambe sollevate in alto con le ginocchia verso il petto e i talloni appoggiati sulle spalle del partner, posizionato di fronte inginocchiato. 
  • Distesa sul ventre: lei sdraita sul ventre con le gambe verso il busto, questa posizione permette la massima dilatazione dell'ano; 
  • Doggy style: lei a pecorina ma poggiata sui gomiti e con la testa rivolta verso il basso con il bacino più alto rispetto alla schiena.

Posizioni per sesso anale nelle coppie omosessuali: 

Si può iniziare con l’inserimento di un dito toccando verso la parte interiore del corpo dove è situata la prostata: nella maggior parte dei casi questa tecnica porta il partner al raggiungimento dell’orgasmo senza penetrazione anale. Anche nel caso di sesso anale tra coppie omosessuali, le posizioni sono soggettive ma le più utilizzate sono le stesse delle coppie eterosessuali. Ovviamente, in alcune di queste le sensazioni sono diverse. 
  •  Disteso sul ventre: il partner attivo determina il ritmo, si consiglia al partner passivo di tenere un cuscino sotto al bacino. 
  • Doggy style: Il partner attivo può entrare in profondità ma entrambi riescono a definire il ritmo della penetrazione anale. 
  • Disteso sulla schiena: posizione non comodissima, ma che permette di baciare e avere il contatto visivo con il partner. 
  • In piedi: molto comoda soprattutto se il rapporto non avviene in camera da letto ma in situazioni "inusuali".


Druuna è un personaggio dei fumetti creato da Paolo Eleuteri Serpieri






Tra tutte le varie strumentazioni per la preparazione al sesso anale vi ho selezionato questo oggettino chiccoso che piacerà sicuramente alla vostra donna come alternativa all'anello di brillanti.

 

l'uso di "butt-plug" (letteralmente: tappi anali) di varie grandezze e forme, si indossano sotto la biancheria intima per archi di tempo più o meno lunghi, anche durante il disbrigo dei lavori domestici o sul posto di lavoro; sono anche utilizzati per il "training anale", una tecnica per aumentare gradualmente l'elasticità del muscolo anale per rendere più agevole la penetrazione con il pene






7 commenti:

  1. Risposte
    1. E' un articolo per chi ama le retromarce ;)

      Elimina
  2. il punto L è molto più semplice da scoprire rispetto al punto G, voi donne siete avvantaggiate. il problema è che gli uomini stringono le ciapette. probabilmente hanno paura di godere troppo :)

    RispondiElimina
  3. lavarsi o non lavarsi? de gustibus?

    RispondiElimina