lunedì 10 agosto 2015

IL BACIO NERO E L'ISPEZIONE FINALE



Il bacio nero, più conosciuto come Rimming o più anatomicamente parlando come  anilingus ma volgarmente detto "leccami il culo" così capiamo tutti.

Premessa l'accurata igiene di entrambi i partners e' un pratica che a mio avviso va sperimentata perchè il corpo deve essere esplorato tutto davanti ma anche dietro in quanto sono presenti in prossimità dell'ano terminazioni nervose simili a quelle rinvenibili negli organi genitali e nelle zone erogene. La stimolazione di queste terminazioni attraverso l'azione meccanica delle parti orali di un partner induce gratificazione a livello del sistema limbico. Al movimento delle labbra si unisce quello della lingua, che a volte viene inserita fin dentro lo sfintere. 
In molti casi l'anilingus fa parte dei preliminari alla penetrazione, in particolare al sesso anale vero e proprio oppure ad un dolcissimo massaggio prostatico che stride come parola ma che è un vero toccasana per le vostre parti riproduttive.

  Ed eccovi serviti su un piatto d'argento la nuova pietanza del blog!

illustrazione di Luca Ralli - "il cameriere"



Il rimming o anilingus può essere praticato da persone di entrambi i sessi e di tutte le inclinazioni sessuali.
Mettete da parte tutta la vostra schizzinosaggine e vedetela più come una ricerca a conoscere il vosto corpo e quello della persona con cui state.
Una posizione alternativa alla pecorina, tramite la quale si può praticare l'anilingus è il facesitting, cioè sedersi sulla faccia del baciatore o della baciatrice, ma scegliete quella più comoda all'inizio, poi fate sempre a tempo di sperimentarne altre.


Si può iniziare accarezzando le natiche e giocando nei dintorni. La masturbazione è un' ottima maniera di dare inizio a questo gioco, potrete dirigerla voi, iniziando dalla pene o dalla vagina del partner, per poi muoversi poco a poco verso l'ano. Una volta lì iniziate delicatamente la stimolazione anale con la lingua attorno all'ano e sullo sfintere.





  •  Quando intendete praticare il rimming potete farlo direttamente partendo dall'ano oppure dopo aver praticato sesso orale come di solito.

    Passate dolcemente la lingua sul perineo (zona tra lo scroto e l'ano che assomiglia ad un ponticello di collegamento tra il piacere rettale e quello testicolare) e da lì con movimenti rotatori e pressioni più o meno intense verso il "buchetto rosa"cercando di stimolarlo ed allargarlo in punta di lingua.
    Usate la lingua aperta per leccare la zona del perineo (che vi ricordo essere una zona altamente erogena, nonchè il primo chakra, quello dell'energia della terra, la Grande Madre da cui scaturisce ogni essere vivente) per poi diventare una lingua pennello ed infilarla curiosa nello sfintere. 
    La bocca  avrà il ruolo di succhiare e stimolare tutti i microsensori che si aggirano da quelle parti e che voi ricercatori vi divertirete a trovare mentre per voi riceventi lasciatevi andare a perdere i sensi nel piacere. Si tratta infatti di una pratica molto eccitante e piacevole per chi la riceve ma anche per chi lo pratica e puó essere il preludio a un rapporto anale soddisfacente e rilassato.
    Viceversa puó anche non sfociare nel sesso anale, ma limitarsi al desiderio di espolare nuove zone erogene dando piacere al partner e alternandolo al sesso orale classico o alla masturbazione.




  • Se non trovate nessuno con cui praticare il rimming, 
    beh visto che vanno pure di moda fatevi un selfie!



    Illustrazione di Luca Ralli - "Selfie"





    Ora seguiranno alcune notizie base di anatomia, perchè non so voi donne ma io fino a poco tempo fa credevo che la prostata servisse a regolare il funzionamento della vescica...






  • La prostata è una ghiandola maschile posta sotto la vescica: 
  • la sua funzione è quella di produrre liquido seminale e nutrimento agli spermatozoi, nonché è importante nel processo di eccitazione sessuale.  Secondo alcune teorie, il massaggio prostatico può alleviare alcuni dei disagi provati, per cui la prostata si mantiene in buona salute, ne favorisce il flusso sanguigno, l’ossigenazione dei tessuti e collabora nel ridurre i deficit erettivi


    "Il metodo più comune e più efficace per eseguire la stimolazione della prostata è attraverso l'ano. Tradizionalmente, quando un partner o coniuge hanno eseguito il massaggio alla prostata, hanno utilizzato il loro dito. Bisogna inserire il dito nell'ano massaggiare delicatamente la prostata.La prostata è facile da individuare. E 'a pochi centimetri sopra l'ano sul lato ventre. La distanza è di circa una noce (quando non allargata) e facile da sentire e riconoscere. Per arrivare all'orgasmo prostatico si massaggia premendo la prostata in un movimento verso il basso. Nel corso di una orgasmo prostatico, lo sperma fluisce fuori piuttosto che essere schizzato fuori (come in un normale eiaculazione).Un orgasmo prostatico può essere una esperienza estremamente sensuale. E può essere intenso! 

    Il massaggio prostatico eseguito durante la masturbazione può darvi un orgasmo da urlo ma siccome non siamo tutti uguali potrà essere più o meno intenso a seconda della sensibilità della persona. Inoltre, se si sta tentando di aumentare il flusso di sperma durante il rapporto sessuale o la masturbazione, l'orgasmo prostatico di norma, può farlo. La prostata, noto anche come il "P-spot" o il "punto g maschile", è una parte del ciclo di risposta sessuale maschile, ed è un contributo chiave all'orgasmo dell'uomo. 
    Fatto internamente con un dito lubrificato, un massaggiatore per la prostata o con altri strumenti, il massaggio alla prostata può provocare eiaculazione senza alcuna stimolazione genitale.


     In Oriente il massaggio prostatico costituiva un'antica pratica molto diffusa, che si credeva legata all'abilità dell'uomo durante il coito. Oggi questa pratica, che a livello medico viene utilizzata per verificare disturbi prostatici, e come abbiamo visto, può essere utilizzata in coppia come preliminare in grado di aumentare la conoscenza del corpo maschile e aumentare l'intimità 
    «Questa pratica di solito non viene immediatamente apprezzata dagli uomini probabilmente perché associata a tutta una serie di stimoli omofobici. Tutto ciò che ha a che fare con l'analità maschile, nella mentalità comune ha a che fare con i gay e quindi nell'eterosessuale non viene sempre apprezzato».

    Quindi è ora di smettere di strigere le chiappe e andiamo con l'ispezione finale perchè alla ricerca del piacere non c'è mai fine e un grande uomo lo si vede nell'apertura della mente e non dalla stretta di culo. (sorry)



    Un grazie al lettore del blog che mi ha richiesto di trattare questo tema per cui ho dovuto studiare molto attentamente ma per merito di questo pezzo ho anche imparato un sacco di cose...
    E un inchino a Luca Ralli che grazie alle sue fantastiche illustrazioni mi ha aiutato a ironizzare su un argomento assai difficile ma molto introspettivo.

    Nessun commento:

    Posta un commento